i migliori trend ecommerce 2017

I migliori trend eCommerce 2017

Trend ecommerce 2017, vediamo quali sono!

Ci sono molte opportunità da poter cogliere, ed altrettante difficoltà, nel saper individuare i bisogni del consumatore e comunicare loro il giusto messaggio.

Come si svilupperanno le vendite durante la stagione estiva?

Anticipando che il Black Friday anche in Italia continuerà a crescere, più di prima, i consumatori stanno utilizzando gli smartphone per le loro ricerche di acquisto, dunque anche lontani dal loro PC, contribuiscono alla crescita delle vendite online.

Quello che stiamo vedendo è un costante cambiamento de frazionamento dei momenti di acquisto, che avvengono anche a distanza dalle vacanze (natalizie o di saldo estive) in completo accordo con i report di Adobe Digital Insight che vede un alto numero di vendite concludersi nei giorni prima di le vacanze di Natale.

E questo trend si evidenzierà anche per tutto il 2017

Quali sono i migliori trend ecommerce 2017?

L’importanza della personalizzazione. Il consumatore si aspetta e richiede un’esperienza di acquisto personalizzata, che si trovino online oppure in negozio! Dunque sta a noi offrire valore allo shopper che è desideroso di condividere informazioni.

Infatti, il 40% degli store in America ha adottato tecnologie in-store, lavorando sull’esperienza utente, come realtà aumentata, personal shopper Bots, realtà virtuale…

Come sta cambiando l’industria del commercio con la crescita del mobile shopping?

L’anno scorso, il 50% delle visite e il 30% delle vendite online sono state effettuate da mobile. I consumatori sono molti attivi con lo smartphone, tramite le app, passando da tablet a cellulare, convincendo i retailer a migliorare la loro offerta più che mai, avvicinandosi alle esigenze del cliente.

Ci aspettiamo  dunque di vedere i retailer migliorare la loro proposta da mobile, con offerte dedicate e realizzare ad hoc per rimanere impresse nella mente dello shopper nel suo utilizzo quotidiano dello strumento.

Contemporaneamente vediamo le vendite aumentare da mobile, specialmente grazie alla versione Ios 10 che integra Apple Pay sia su Safari che su iMessage consentendo di poter acquistare con un click!

Perchè fare focus sui consumatori mobile?

Assolutamente, cosi come il consumatore sviluppa confidenza con le infinite opportunità che offre la tecnologia, così i negozio devono seguire il trend di crescita.

Questo include migliorare la navigazione, ottimizzare il visual per il mobile, e facilitare alle persone le procedure di pagamento eliminando le frizioni di troppe informazioni e richieste.

Vediamo come:

  • Utilizzare i metodi di pagamento mobile in negozio per semplificare il processo di checkout in maniera efficiente
  • Fornire un supporto via mobile per controllare le disponibilità di prodotto e magazzino, integrando l’online a l’offiline
  • Utilizzare video e chatbot per ispirare gli acquisti online e aumentare il numero dei prodotti a carrello

Come può migliorare la shopping experience la VR?

Le potenzialità per la VR nel retail sono enormi, Pensiamo per esempio alla possibilità di permettere agli shopper di provare il proprio abito virtualmente grazie all’app del retailer!

Oppure durante un volo aereo di navigare virtualmente all’interno dello store e scegliere i propri prodotti preferiti e riceverli impacchettati e pronti al loro arrivo a Londra.

VR può essere utilizzata non solo in negozio ma anche come un gioco e divertimento per il consumatore a casa, mentre viaggia, durante un momento di relax, senza lo stress di code o di essere osservati durante gli acquisti.

C’è un trend  importante di crescita nel conversional commerce con bot e AI. Come sfruttare questo trend?

AI e Chatbot hanno un potenziale enorme e possono incrementare il volume di acquisto, eliminando molte frizioni. Si, perchè il commercio da sempre è legato alla comunicazione e alla conversazione, ma di fondo è sempre importante avere un focus principalmente su personalizzazione e coinvolgimento.

Pensiamo a Amazon ad esempio, che ha introdotto ECHO, per permettere alle persone di facilitare il modo di comunicare facendo domande e ricevendo un feedback che soddisfi i loro bisogni.

Come Amazon, anche altri retailer vogliono sfruttare le potenzialità del marketing conversazionale attraverso un’intelligenza artificiale che aiuti a soddisfare velocemente i loro bisogni.

Questo sistema può veramente ribaltare il concetto di vendita online, avvicinandosi all’esperienza offline

Tramite Facebook messenger o altre applicazioni di messaggistica, i retailer possono imparare come beneficiare nel proporre un’esperienza migliore che semplifichi le ricerche dello shopper e questo accadrà quando finalmente le vendite di un prodotto potranno concludersi  direttamente dalla app di messaggistica.

“Comprare online e ritiro in negozio” il nuovo trend del delivery?

Specialmente per chi, come me, è un po’ in ansia per gli acquisti all’ultimo minuto, specialmente sotto le feste, e vuole assicurarsi di ricevere il pacco in tempo evitando tragici disguidi nella spedizione. Le persone sono sempre più attente a chi offre spedizione garantita in breve tempo, o possibilità di ritiro in negozio, specialmente per i regali natalizi.

Inoltre questa opportunità permette di eliminare i costi di trasporto. Molto spesso si è dimostrato che questo tipo di modello di vendita, comprare online e recarsi al punto vendita per il ritiro della merce aumenti la fidelizzazione al brand.

Come i Social possono influenzare lo shopping online?

Le piattaforme di messaggistica sui social rappresentano una grande opportunità per i retailer. Poter coinvolgere un cliente attraverso comunicazioni personalizzate tramite i social è fondamentale per fare branding oltre ad aumentare le opportunità di vendita.

Inoltre, contenuti generati dagli utenti presentano un’opportunità per fidelizzare il cliente,  influenzando il processo decisionale relazionandosi con la comunity.

 

I migliori trend eCommerce 2017 ultima modifica: 2017-08-07T11:26:37+00:00 da ViaStore
Condividi su...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *