e-commerce e punto vendita

E-commerce e punto vendita: primi consigli per l’uso

Rivolgersi al proprio pubblico

Pensando all’e-commerce, lo si vede ancora come una funzione del tutto staccata dal punto vendita fisico, come ad un’entità opposta e contrastante.

Internet è un concorrente e solo chi vende a prezzi stracciati riesce a ‘saltarne fuori’, vendendo al mondo intero.

Molto spesso si vuole andare online perchè lo fanno tutti, e sperando di sopperire ai mancati guadagni del punto vendita come un’ancora di salvezza,  immaginando che tutti comperino online (in realtà il 95% delle vendite è offline..)

Buttandosi così, senza sapere a chi rivolgersi, cosa fa la concorrenza, come posizionarsi, studiare una strategia e porsi degli obiettivi.

Senza pensare che gli acquisti avvengono in sinergia tra i due canali, che i clienti ci conoscono online, e ci visitano o comprano offline, si, perchè la diffidenza nel comprare online è molto forte.

Dunque cerca informazioni, compara i prezzi, verifica le caratteristiche del prodotto, prima di raggiungere il punto vendita ‘offiline’.

La migliore strategia per un negozio di prossimità è rivolgersi al pubblico local sfruttando il web, fornendo un servizio online per il potenziale cliente, ed ogni punto di contatto online deve essere coerente, deve agevolare e fare servizio per il punto vendita.

Pensare ad una sinergia tra e-commerce e punto vendita, ragionando localmente ma pensando in globale.

– Localizzazione
Sia Google che Facebook permettono di localizzare il punto vendita, mostrando informazioni di contatto, foto, ecc, ( anche i prodotti possono essere geolocalizzati!!) Se cerco una gioielleria a Modena, vorrei vedere chi sei e cosa fai, online, prima di raggiungerti..

– Form di contatto

Dare possibilità di essere contattati in maniera veloce e semplice, qualsiasi sia il servizio proposto le persone vogliono interagire con le persone, ed apprezzano l’attenzione che gli viene rivolta.

– Click and collect.

Ritira nel punto vendita. Se fatto bene può essere molto utile, perchè la logistica è ancora una frizione molto forte nelle vendite online.

– Sconti e promozioni.

Utilizzare i mezzi online per invogliare le persone della zona a visitare i punto vendita tramite un invito stimolante come uno sconto, una promozione personalizzata.

Uscendo dalla logica di proporre sconti indiscriminatamente ma targettizzarli e cucirli su misura in base a determinate caratteristiche, interessi, abitudini di acquisto.

– E-commerce nel punto vendita
La grande forza del punto vendita fisico è offrire una consulenza all’ acquisto ed una esperienza ottimale di acquisto.

Supportare la vendita attraverso il proprio negozio online: poter visionare il catalogo online insieme al cliente, per offrirgli una gamma prodotti superiore, che non si possiede in magazzino ( taglie, colori, ecc)

Può provare la scarpa ed il modello e scegliere un colore diverso online insieme al merchant!

– Customer service

Sia pre vendita che post vendita, sfruttando ogni punto di contatto online, facebook, live chat, mail, telefono …Personalizzato!

– Marketing dei contenuti
Sviluppando relazioni a lungo termine, lentamente ma costantemente, comunicando valori, punti di forza, servizi, stili di vita, informazioni utili ecc..

L’obiettivo è quello di intercettare la domanda, creando una strategia multicanale tra e-commerce e punto vendita.

Accompagnando il cliente nella scelta, facilitandone il processo decisionale, cogliendo il momento del bisogno e misurando sempre le performance di ogni attività.

E-commerce e punto vendita: primi consigli per l’uso ultima modifica: 2017-05-02T08:57:41+00:00 da ViaStore
Condividi su...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *